FEDERICO E LUCIANO NEL TEMPIO DELLA VELOCITA’. MONZA
Il circus della Mitjet domenica prossima farà tappa a Monza, tempio della velocità, pista in cui la coppia Luciano e Federico si appresta a vivere un altro momento cruciale della bella avventura nella Mitjet Italian Series.

Reduci dalle ottime prestazioni di Misano e Rjeka, dove Federico ha siglato la pole e sfiorato la vittoria, papà e figlio sono determinati a centrare a Monza il risultato tanto desiderato, la vittoria. Hanno sicuramente il potenziale per poter puntare al massimo nelle rispettive categorie, ricordiamo che Luciano corre nella categoria A e Federico nella categoria B.
Gli ottimi risultati delle ultime gare hanno fatto compiere anche un balzo in classifica ai due drivers, pertanto la gara di Monza rappresenta un forte stimolo per migliorare le rispettive posizioni in classifica e in quella a squadre. Federico la scorsa settimana è stato impegnato in una sessione di test molto proficua, interrotta anzitempo per motivi di studio, dovendo l’indomani sostenere un esame universitario, superato con successo.

Il programma prevede:

Sabato 2 luglio

  • Prove libere ore: 09.45 – 10.40
  • Qualifiche ore: 14.20 – 14.55 (15’+5’+15′)
  • Gara-1 piloti B ore: 19.05 (20 min. + 1 giro)

Domenica 3 luglio

  • Gara-1 piloti A ore: 09.20 (20 min. + 1 giro)
  • Gara-2 piloti B ore: 13.50 (20 min. + 1 giro)
  • Gara-2 piloti A ore: 18.25 (20 min. + 1 giro)
Federico Gioia – Pilota #89 Mitjet Italian Series “A”

“Il test della settimana scorsa è stato utile e mi aiuterà per affrontare Monza. Personalmente non è la pista che prediligo ma farò il massimo per ottenere piazzamenti e punti per la classifica.
La serie Mitjet prevede l’assegnazione dei punti secondo un sistema che premia la costanza di rendimento e per questo voglio prendere punti, in attesa della mia pista preferita, il Mugello.”

Luciano Gioia – Pilota #89 Mitjet Italian Series “A”

“Monza è una bella pista, penso che Federico possa puntare alla vittoria e io voglio fare bene e stare al vertice. A Rjeka, soprattutto in gara-2, ho compiuto qualche piccolo errore che mi è costato caro, ma a livello di prestazioni sono soddisfatto. Inoltre sembra che gli inconvenienti elettrici che avevamo siano stati risolti e noi stiamo crescendo in modo esponenziale, soprattutto Federico, che oramai è ai livelli dei migliori.”