A MONZA FEDERICO CENTRA UN 2° POSTO

L’atteso appuntamento monzese per Luciano e Federico Gioia si è risolto con soddisfazione e qualche amarezza. Gli aspetti positivi riguardano le prestazioni sfoderate da entrambi, sempre veloci e al vertice delle classifiche, mentre i fattori negativi riguardano gli incidenti in cui sono rimasti coinvolti in modo incolpevole entrambi, che hanno rovinato le loro gare e i risultati potenzialmente brillanti. 

In qualifica Luciano e Federico si sono comportati entrambi molto bene, Federico ha chiuso in sesta posizione tra i piloti B mentre Luciano si è guadagnato con il quarto tempo la seconda fila dei piloti A. 
In gara-1 piloti A, Federico ha compiuto una prova magistrale sulla pista allagata da un improvviso temporale estivo abbattutosi su Monza poco prima del via. Su una pista difficile e veloce come quello di Monza Federico ha dimostrato ancora una volta una grande sensibilità, chiudendo con un meritatissimo secondo posto, mostrando di avere un ritmo che lo pone tra i top driver della categoria. 
In gara-1 piloti A, Luciano stava lottando per il podio quando, purtroppo, uno sfortunato testa coda alla prima variante lo ha estromesso dalla competizione, infatti la Mitjet #89 è rimasta con le ruote posteriori sollevate dal cordolo e Luciano non ha potuto riprendere la pista immediatamente. 
Gara-2 ha avuto un risvolto negativo per entrambi, sia Luciano che Federico sono rimasti coinvolti in incidenti a loro non imputabili. Entrambi sono stati estromessi dalla condotta oltremodo aggressiva e scorretta di alcuni piloti.
Federico al via di gara-2 è stato urtato e spinto contro un altro avversario alla staccata della prima variante, finendo contro le barriere.
Lo stesso Luciano, allo start di gara-2 è stato colpito alla prima variante da un avversario che ha compiuto una manovra improbabile e pericolosa.
Le prestazioni di Federico e Luciano si sono confermate da vertice e le prospettive, in termini di performance, per l’appuntamento del Mugello sono rosee. Meno tranquillizzante è la situazione in termini di controllo e verifica di certi comportamenti.

Federico Gioia – Pilota #89 Mitjet Italian Series “A”

“Sono contento delle prestazioni che abbiamo mostrato sia io che papà, dimostriamo di essere oramai al vertice. Questo da un certo punto di vista ci carica moltissimo, ancora di più, in vista della gara al Mugello, una pista che piace molto ad entrambi e in cui credo che potremo fare ottime cose. 
L’obiettivo dopo il mio rientro alle gare era quello di tornare ad essere competitivo nella seconda metà del campionato e credo che il traguardo lo abbia raggiunto, anche se adesso voglio raggiungere la vittoria.”

Tutto è stato vanificato dalla condotta scorretta di alcuni avversari?

“Per quanto riguarda l’incidente di gara-2, questo è avvenuto dopo cinquecento metri, alla prima staccata mi hanno centrato da sinistra, senza che potessi far niente, portandomi contro il muro.
Mi hanno chiamato in direzione gara e vi sono rimasto molto tempo, in primis perché ero arrabbiato poiché hanno rovinato la mia gara, ma anche perché stiamo assistendo ad una situazione in cui si parte in modo troppo veloce ed anticipato rispetto allo spegnimento del semaforo e questo non va bene perché ne va della sicurezza nostra. 
Oramai acceleriamo tutti molto prima del rettilineo e quando il semaforo si spegne siamo con l’acceleratore a fondo già da tempo. Questa situazione non può andare avanti. Devono provvedere e dare un freno a tutti noi.”

Sei tornato in direzione gara a parlare con il Direttore di Gara anche dopo le gare, proprio per evidenziare questo stato di fatti. 

“Sono voluto tornare dal Direttore di Gara a mente più fresca, proprio per ribadire che questa situazione è pericolosa per tutti e si deve porre un freno a certi comportamenti e regolare le partenze. 
Nel mio incidente mi hanno detto che ero vittima di quanto accaduto, ma non sono stati in grado di risalire al colpevole…… 
D’altro canto se la situazione dovesse protrarsi, sia io che mio padre concordiamo ed abbiamo intenzione di spostarci in un altro campionato Mitjet, perché è assolutamente inconcepibile che si assista a delle situazioni del genere in cui non si trova neanche il colpevole.”

Luciano Gioia – Pilota #89 Mitjet Italian Series “A”

“Quanto accaduto a Monza non è accettabile. Degli incidenti ha parlato Fedrico e la situazione sta andando sempre più fuori controllo.
Tra le tante situazioni che mi hanno dato da pensare vi è anche il fatto che non abbiamo fatto il giro di ricognizione perché eravamo in ritardo con il programma. La situazione è pazzesca, non va sottovalutata.”