FINALMENTE AL MUGELLO
Finalmente si torna in azione! Federico e Luciano, ricaricate le batterie dopo la bella, ma poco fortunata, performance monzese, sono ansiosi di tornare al volante della loro Mitjet #89 per la gara del Mugello.

Papà e figlio riaccenderanno i motori sullo spettacolare circuito di proprietà della Ferrari, un tracciato difficile e selettivo, in cui entrambi hanno già ottenuto belle performance e che entrambi amano.
Nel primo week end di settembre la Mitjet Italian Series corre il quarto round della stagione e Federico e Luciano, dopo aver fatto vedere che possono puntare molto in alto nelle rispettive classifiche, vogliono concretizzare il loro potenziale.
In palio c’è anche il miglioramento delle rispettive classifiche di campionato, buone ma non veritiere. Infatti Federico occupa la nona posizione nella classifica dei piloti B, mentre Luciano è sesto tra i piloti A. Come detto, le classifiche non esprimono il potenziale di entrambi, capaci di occupare i piani alti della classifica senza nessun problema.

Federico Gioia – Pilota #89 Mitjet Italian Series “A”

“La pista mi piace e la attendo da tempo. Arriva in una fase della stagione buona, in cui ho ripreso il feeling con le bagarre ed ho già mostrato di poter fare gare vincenti.
Sino ad oggi, in particolare a Monza e Rijeka, ho ottenuto meno punti di quanti ne meritassi ma le prestazioni sono state di vertice e questo mi fa ben sperare.
Al Mugello vorrei ottenere dei buoni risultati in entrambe le gare, non mi piace far bene in una gara e deludere nell’altra. Il Mugello ha caratteristiche che permettono di sorpassare e di esprimersi sempre al meglio, pertanto vorrei fare due buone gare.
Recentemente sono molto impegnato con la conclusione degli esami universitari e non ho potuto effettuare nessun test ma nei due giorni di gara sarò concentrato sulle mie prestazioni.”

Luciano Gioia – Pilota #89 Mitjet Italian Series “A”

“Vorrei concludere entrambe le gare e vedere dove siamo. Abbiamo raccolto meno di quanto abbiamo seminato in termini di prestazioni e condotta di gara.
Mi aspetto che le procedure di partenza e tutto il resto venga monitorato con la massima attenzione da parte della direzione di gara e che questi argomenti vengano trattati come meritano anche durante il briefing.”